Untitled Document
SINTESI
Provincia
Home Home Cerca Mappa Contatti Aiuto Disabili
Regione
home Istruzione&Formazione Lavoro Area Personale
  FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE
 

AIUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INNOVATIVE OPERATIVE E DI NUOVA COSTITUZIONE

Fonte legislativa

Regolamento Regionale n. 20 del 14/10/2008 “Regolamento per aiuti alle piccole imprese innovative operative e di nuova costituzione” pubblicato sul B.U.R.P. n.163 del 17/10/2008.

Beneficiari

Imprese di nuova costituzione - Piccole imprese (con massimo 49 addetti e 10 milioni di Totale Attivo o Fatturato) che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, risultino essere costituite da non più di 6 mesi ed iscritte al Registro delle Imprese, con sede operativa nel territorio della Regione Puglia, operanti in uno dei Settori industriali innovativi individuati dalla Regione Puglia, e rispondenti ai requisiti di piccola impresa, ai sensi della Raccomandazione 2003/361/CE. Imprese operative - Piccole imprese (con meno di 50 dipendenti e con un fatturato o un totale di bilancio non superiore a € 10 milioni) costituite nella forma di società da non più di cinque anni che realizzano investimenti in una sede operativa in Puglia.

Risorse

Il contributo sugli investimenti è pari al 60% delle spese ammissibili e non può superare, unitamente al contributo per le spese di funzionamento, l’importo di 1.200.000 euro per impresa (400.000 euro) per ciascuna delle tre annualità. L'impresa deve, quindi, avere disponibilità finanziarie per almeno il 40% dell’investimento (più la totalità dei costi non ammissibili), l'IVA su tutti gli investimenti e una dotazione iniziale per avviare l'investimento.

AIUTI IN FAVORE DELLE PICCOLE IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE BANDO MISE

Fonte legislativa

Bando mise (ministero sviluppo economico); Start-up del mezzogiorno digitali e\o tecnologiche azione start.

Beneficiari

Contributi a fondo perduto e servizi reali a sostegno di programmi di investimento realizzati da nuove imprese, che vogliono operare nell'economia digitale o che realizzano investimenti a contenuto tecnologico finalizzati a valorizzare economicamente i risultati della ricerca pubblica o privata.

Risorse

I contributi sono concessi nella misura del 65% delle spese ammissibili. La percentuale può essere elevata al 75% per le società la cui compagine, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, sia interamente costituita da donne o da giovani di età non superiore ai 35 anni. L'agevolazione è riconosciuta nei limiti del de minimis di 2000000,00 Euro.

FONDO MICROCREDITO D'IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

Fonte legislativa

Programma operativo Puglia FSE 2007-2013 Asse II “Occupabilità”, approvato con deliberazione della Giunta Regionale 22 Dicembre 2011 n.2934 pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n.5 dell'11-1-2012.

Beneficiari

L'impresa deve essere costituita da meno di 5 anni e aver emesso la prima fattura almeno 6 mesi prima della domanda preliminare; deve avere meno di 10 addetti e non essere partecipata per la maggioranza da altre imprese; deve avere una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, società cooperativa, s.n.c., s.a.s., associazione tra professionisti, s.r.l. semplificata; deve essere non bancabile, e aver rispettato negli ultimi 12 mesi i seguenti requisiti: 1)non avere avuto liquidità per più di €50.000; 2)non essere stata proprietaria di immobili e macchinari per un valore superiore a €200.000; 3)non avere fatturato più di €120.000; 4)non aver beneficiato di finanziamenti superiori a €30.000.

Risorse

Importo: da € 5.000 a € 25.000; Durata massima: 60 mesi (più preammortamento di 6 mesi); Tasso di interesse fisso: 70% del tasso di riferimento UE; Rimborso in rate mensili costanti posticipate. È possibile, in qualsiasi momento, estinguere il finanziamento; modalità di rimborso: RID con addebito sul conto corrente.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI PER LO SVILUPPO DI PROGETTI TRANSNAZIONALI DI SVILUPPO SPERIMENTALE E RICERCA INDUSTRIALE NEL CAMPO DELLE BIOTECNOLOGIE

Fonte legislativa

Fondo per la Crescita Sostenibile (FCS) decreto del 30 ottobre 2013 Ministero dello Sviluppo Economico.

Beneficiari

Raggruppamenti composti da almeno 2 imprese provenienti da almeno 2 Paesi partecipanti ad ETB e coordinati da una PMI (vedi definizione europea di PMI), che si assume una parte significativa di attività. Ai raggruppamenti di progetto possono partecipare anche organismi di ricerca, purché sia coinvolta un’impresa del corrispondente Paese. Mira a sostenere progetti di sviluppo sperimentale e ricerca industriale realizzati da imprese italiane in collaborazione con altre imprese europee, anche con il coinvolgimento di organismi di ricerca. Scadenza per la presentazione delle domande è il 31 gennaio 2014.

Risorse

Il bando è aperto nell'ambito del Fondo per la Crescita Sostenibile (FCS), sul quale il Ministero, con il decreto del 30 ottobre 2013, ha stanziato per il nono bando ETB 5 milioni di euro.


W3C Member  Sito Ufficiale del W3C  Validato CSS